Benvenuti tra le nostre pagine di fotografia!

Un porto d’approdo per i navigatori

Le nostre rubriche:

Classic Cameras, pagine dedicate alle fotocamere classiche: Asahi Pentax, Canon, Leica, Minolta, Miranda, Nikon, Zeiss, Voigtlander e…..il Club degli svitati, una rubrica sulle reflex a vite di ogni tempo, marca, nazionalità e tipologia simpaticamente curata da Danilo Cecchi. Tutto quanto ruota attorno all’innesto 42×1. Rollei & dintorni, un omaggio alla genialità ed alla raffinata progettazione del marchio Rollei nelle pagine curate da Roberto Mirandola.

Fotocamere d’epoca. Cosa intendiamo per “fotocamera d’epoca”? Lo scopriremo accompagnati da Massimo Bertacchi nei primi due capitoli: Ducati, un Sogno italiano, Voss Diax, un progetto inusuale. E infine, le Compatte anni ’70, una carrellata sulle fotocamere economiche di qualità forse più vendute di tutti i tempi e che ancor oggi danno grandi soddisfazioni ai molti appassionati che le ricercano, collezionano e soprattutto usano.

Falso Dilemma

La fotografia tradizionale non sembra sul viale del tramonto anche se ovviamente stiamo assistendo a un progressivo ribilanciamento a favore delle nuove tecnologie. L’interesse per la fotografia chimica e tutto ciò che la riguarda non è in calo e il mercato dell’usato e del collezionismo non è affatto morto se guardiamo al volume e alla qualità delle aste su Ebay e Amazon e al proliferare di siti per collezionisti insieme alle pagine dedicate agli annunci sulle riviste specializzate o sul web. Le Mostre Mercato che si moltiplicano soprattutto al Nord e Centro Italia, anche nei più improbabili e sperduti luoghi geografici, sono un’altra dimostrazione dell’interesse e della passione del popolo dei fotografi e dei collezionisti. Ma basta andare oltre questa primo dato statistico, e i frequentatori di questi mercatini sanno benissimo di cosa sto parlando, per rendersi conto che queste manifestazioni hanno perso il fascino di una volta e sono diventate appuntamento di pochi e sparuti “aficionados”.

Scrivevamo così nel 2003. Evidentemente ci sbagliavamo, perchè la fotografia chimica ha passato uno dei più terribili periodi di crisi sin dall’invenzione della fotografia, diventando un prodotto di nicchia, seppur nobilitato da alcuni grandi fotografi che hanno continuato ad usare la pellicola invece del cip digitale. La rivoluzione digitale ha cambiato profondamente  molti aspetti della fotografia, uccidendo molti degli argomenti per cui il film è migliore della sua controparte tecnologica. Tuttavia, non tutte le spiegazioni possono essere poste all’interno di confronti tecnici. Molti sostengono che scattare con una camera meccanica  sia un’esperienza più personale e piacevole. Altri mettono in rilievo come attraverso il mirino di una camera che usa una pellicola ci sia più tempo per studiare la luce della scena e “vedere” la composizione che verrà fermata sul film. Infine non possiamo sottovalutare il feeling creato dalla camera oscura e dallo sviluppo in bianco e nero, che evidentemente attira ancora  larghe fasce di appassionati, visto che diverse case produttrici hanno riaperto le linee di produzione sperimentando e migliorando i materiali per il bianco e nero e le diapositive a colori. Dunque la sfida continua! Ne riparlemo nel nostro blog!

BLOG

CLASSIC CAMERAS

Classic Cameras

 

Qui troverete pagine dedicate alle fotocamere classiche:  Asahi Pentax, Canon,  Leica, Minolta, Miranda, Nikon, Zeiss, Voigtlander, Rollei, il Club degli svitati (una rubrica sulle reflex a vite di ogni tempo, marca, nazionalità e tipologia, tutto quanto ruota attorno all’innesto 42×1), fotocamere d’epoca (Ducati…un Sogno italiano, Voss Diax, un progetto inusuale), per finire con una carrellata sulle compatte degli anni ’70, le fotocamere economiche di qualità forse più vendute di tutti i tempi e che ancor oggi danno grandi soddisfazioni ai molti appassionati che le ricercano, collezionano e, soprattutto, usano.

Translation  

Here you will find pages dedicated to the classic cameras: Asahi Pentax, Canon, Leica, Minolta, Miranda, Nikon, Zeiss, Voigtlander, Rollei, the Club of the “screwy people” (a column about the reflex with screw-mount of every time, brand, nationality, typology and everything revolves around the 42 × 1 screw-mount), vintage cameras (Ducati… an Italian dream, Voss Diax….an unusual project), ending with a lineup about the point-and-shoot cameras of the ’70th, perhaps the best-selling cheap cameras ever and that still today give  great satisfaction to many enthusiasts who are looking for, collecting and most of all utilizing them.

Collecting and using
Classic Cameras 
di Ivor Matanle

Matanle defines “classic cameras” as those 35mm or rollfilm cameras produced by any of the great manufacturers during the golden age of miniature camera development from the mid-1920s to the late 1960s. Passionate on the subject of their enduring fascination and quality performance, he offers practical information on specific models and manufacturers such as Contax, Leica, Hasselblad, Voigtlander, and Rolleiflex. Advice concerning condition and reliability of particular models, evaluation of styles and features for individual needs, comparison of original market values in pounds and dollars, and detailed information on the manufacture of lenses and accessories are the book’s raison d’etre.

Translation  

Matanle definisce ‘fotocamere classiche’  quelle fotocamere 35 mm o rollfilm manufatte da una delle grandi case produttrici durante l’età d’oro dello sviluppo di fotocamere in miniatura dalla metà degli anni ’20 alla fine degli anni ’60. Appassionato dal fascino e dalle prestazioni di qualità, Matanle offre informazioni pratiche su specifici modelli e produttori come Contax, Leica, Hasselblad, Voigtlander e Rolleiflex. La consulenza relativa alle condizioni e all’affidabilità di modelli particolari, la valutazione di stili e caratteristiche per le esigenze individuali, il confronto dei valori di mercato originali in sterline e dollari e informazioni dettagliate sulla produzione di obiettivi e accessori, sono la ragion d’essere del libro.

Collecting and using
Classic SRLs
di Ivor Matanle

It is one thing to collect single-lens reflex cameras, but quite another to use them to take first-rate photographs. Now, with this authoritative guide to SLRs, experienced photographers and beginners alike can confidently do both. Ivor Matanle brings some forty years of experience to this exhaustive and practical book, which includes: descriptions and evaluations of the principal makes and models from the late nineteenth century to the 1980s; instructions on testing and checking for faults; pictures of classic cameras, lenses, and equipment; information on repairers and dealers; and listings of collectors’ clubs and groups. Virtually all the book’s photographs were taken with classic SLRs, and each picture is fully captioned with information about the camera and lens used to take the shot, together with details of the film, processing, and printing. Collecting and Using Classic SLRs will help expert and novice, collector and user, to learn more about the cameras they admire–and to enjoy them with greater understanding.This work offers a unique look at the single-lens reflex camera, popularly known as the SLR. Once disparaged as the “ugly duckling” of photography, SLRs gradually overtook the rangefinders and reflex cameras of the day to become the most popular type of camera for amateurs and professionals alike. Written in a lively style, this book provides a thorough overview of SLRs, including a fascinating history. Generously illustrated with 385 black-and-white photographs, the wide variety of SLR cameras manufactured in the past half century is well covered, along with examples of high-quality photographs made with the cameras. The appendixes include lists of booksellers, collectors’ organizations, camera dealers, and other useful information.

Translation  

Una cosa è collezionare fotocamere reflex a obiettivo singolo, ma un’altra è usarle per scattare fotografie di prima qualità. Ora, con questa autorevole guida alle reflex, fotografi esperti e principianti possono tranquillamente fare entrambe le cose. Ivor Matanle mette quaranta anni di esperienza in questo libro esaustivo e pratico, che include: descrizioni e valutazioni delle principali marche e modelli dalla fine del XIX secolo agli anni ’80; istruzioni su test e controllo di guasti; immagini di fotocamere classiche, obiettivi e attrezzature; informazioni su riparatori e rivenditori; e elenchi di club e gruppi di collezionisti. Praticamente tutte le fotografie del libro sono state scattate con le reflex classiche e ogni immagine è completa di didascalia con informazioni sulla fotocamera e sull’obiettivo utilizzato per scattare la foto, insieme ai dettagli del film, all’elaborazione e alla stampa. La raccolta e l’utilizzo di fotocamere SLR Classic aiuterà esperti e principianti, collezionisti e utenti a conoscere meglio le telecamere che ammirano e a goderne con maggiore comprensione.Questo lavoro offre uno sguardo unico alla fotocamera reflex a obiettivo singolo, popolarmente conosciuta come reflex. Una volta denigrato come il ‘brutto anatroccolo’ della fotografia, le reflex hanno gradualmente superato i telemetri e le fotocamere reflex del giorno per diventare il tipo di fotocamera più popolare per amatori e professionisti. Scritto in uno stile vivace, questo libro offre una panoramica completa delle reflex e una storia affascinante. Generosamente illustrato con 385 fotografie in bianco e nero, l’ampia varietà di fotocamere SLR prodotte nell’ultimo mezzo secolo è ben coperta, insieme ad esempi di fotografie di alta qualità realizzate con le fotocamere. Le appendici includono elenchi di librai, organizzazioni di collezionisti, rivenditori di macchine fotografiche e altre informazioni utili.

 

CONTATTI